Translate

giovedì 24 maggio 2012

Tormento


Ed è un giorno come tanti, ma di quei giorni che sai già che andranno a finire in modo imprevisto. Te lo senti. Lo senti appena sveglio, appena apri gli occhi. Fai scorrere qualche ora tranquilla, non ci pensi, non devi, non puoi.  Speri che almeno metà della giornata si avvicendi serena. Ma loro arrivano. I brutti pensieri. Pensieri che con violenza avevi ricacciato in fondo, albergato nell'abisso, nell'angolo più remoto. Ma dopo arrivano, vigliaccamente. Ti colpiscono, ti feriscono, ti spaventano, ti ammorbano. Ad occhi spalancati chiedi un po' di fiato, lesini un momento di tregua. Ma la guerra è appena iniziata e non conta che le lacrime ti rovinino quel trucco ben fatto. Non è possibile truccare i sentimenti. Urlare, non ti resterebbe che urlare che la vita è ingiusta, che ne hai già passate tante di giornate così e che sei stanca che il tuo cuore si sta fermando. C'è il sole fuori, c'è buio dentro. Ed è tormento. 




All rights reserved - ©